Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da agosto 9, 2015

L'USO DEL TEMPO

E il tempo a spasso mai stanco, lento corre e semina al vento. Il suo agire è nella luce della tempesta in quiete o tra orme giganti, è nel buio dove rumoreggia la rima dove appare e scompare l’infinito non definito con ogni oggetto nel mirino. Compagno  accampato al fianco, ci dimenticherà ingrato, ci ricorderà grato con l’andante a gironzolare qua e là, curioso, circospetto, capriccioso, nel senso segnalato della rotonda alla via. Mi domando che uso di noi dentro il suo spazio, in istanti, in attimi accumulati, in e con chiacchiere invadenti dentro le anime! Un uso passivo? Un uso attivo? Un uso riflessivo? Un uso dedito al niente? Né verbo, né periodo! Che dire al niente? Che dire al non dialogo e allo sguardo privo di bellezza e muto mentre sorvola i piedi dell’inerzia.
DIPINGO
Imbratto una tela, dipingo! Al foglio, alle righe, al bianco non velo, affido pensieri, dolori , pace speranze in abiti di lusso. Incontro gli accenti, spezzo le pause, al fine il dunque. Scorgo la rima banchettare con …