Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da aprile 29, 2014

MADRE

MADRE
Per dirti ancora grazie, per il sole, la luce, i colori, i sentimenti in me, nel senso della vita che mi riconduce ancora qui, a te. Nel mio cuore alberga il tempo che scorre nell’immagine cara di una figura dolce, mai sfocata, ferma e categorica. Tu, una persona che non conosce negazione: il tutto condiviso  lungo la strada che mi conduce ad un uscio ed a un sorriso: spalanchi le ali e avvolgi nel tepore di una sicurezza che da bambina ha asciugato le tristezze sostituendole con la fiducia. GRAZIE…
Rita Vieni
Opera pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni.



I MIEI RICORDI

I MIEI RICORDI
Nascono senza una domanda, s’impongono senza un perché, allietano momenti o intristiscono quotidiani. Tanto e tanti hanno attraversato e partecipato al cammino speranzoso della vita, in tempi lontani, in tempi più recenti. Rimane il ricordo sospeso sul ciglio profumato di rose con steli che ancora pungono. Il presente si svolge e si dipana, segue il corso e si prepara a diventare ricordo, lieto o triste. Ai tanti ricordi e ai tanti ancora da vivere.
Rita Vieni

Opera pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni.

UN FIORE...ED E' VITA

Ci si ritrova al buio avvolto in veli , isolato al mondo, in comunione con il cielo che piange silenzioso. D’improvviso un alito di vento, uno squarcio s’infiltra, La luce dirompe. La speranza nel fiore cresciuto nella roccia, nei fili d’erba incastrati nel cemento. Tutto ha un inizio!
Rita Vieni

Opera pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni.

VIVERE

L’esistenza rallenta, subisce e riprende saggia, consapevole e forte. Nel non perdersi, i sentimenti  a catena scivolano su di noi.
Vivere…
Rita Vieni
Opera pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni.

PENSIERI SFOCATI

Improvvisamente  i pensieri: giorno e notte confusi nel sentire uguale, in assenza di stimoli e toni. I colori sfocati, i rumori amplificati, pensieri indipendenti sovrastano. Basta! Non è scelta ma ripiego, da circostanze  che deridono…
Rita Vieni
Opera pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni.