Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da febbraio 3, 2014

UNA NATURA CHE SI RIBELLA

Nel cielo si abbracciano ridenti nuvole bianche, che veleggiando al sole d’estate  giocano rincorrendosi, ma ,all’improvviso, un alito di vento e il cielo si muta.  Un addensarsi di minacciose grigie nuvole, corpi pesanti e pieni di superbia.  Sospinti ,schiacciati contro le povere bianche nuvole che sembrano batuffoli di cotone ,cozzano, vincendo. Ed è pioggia, vento, forza scatenante.  S’ode il lamento, il forte strazio della natura che si ribella, che affonda artigli, strappando rami, foglie.  In poco tempo, lo scenario estivo muta visione, devastazione, inondazioni, fiumi che rompono gli argini, campagne distrutte, città in ginocchio.  Scene da film?  No, realtà, di una natura che si ribella, che imprime la sua potenza, che alza la voce su un’umanità lacerata.
Rita Vieni

Opera pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni.

IL TEMPO SCORRE

Nell’osservazione attenta di ciò che mi circonda, oggetti, persone, ricordi, vedo lo scorrere del tempo.
Inflessibile avanza, ruba anime, lascia segni, cicatrici, in animi  aperti alla gioia.
Rita Vieni

Opera pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni.