domenica 14 settembre 2014

BUONANOTTE

La mia luce del giorno si inoltra al tramonto e malandrina adesso brilla la luna, rotolandosi nel cielo del silenzio.
La mia voce tace al sussurro in alito di vento trasportato dalle stelle.
Rotola la mia ombra, si veste con il nero d’intorno, avvolge le sagome e muove dei pensieri giacenti alla mente.
Oscuro e imo, nudo, in anima, il profilo s’aggira non sperduto tra i ciottoli della via.
Il suono della civetta osserva i pallidi respiri dell’umano sentire.
E’ notte e tutto s’addorme, rumoreggia sull’asfalto il passo svelto e grave dell’orma senza impronta: l'effimero in agguato!
Domani i pensieri riempiranno di nuovo il giorno, alla calura del sole di settembre, l’ansia e la vita si specchieranno al caldo dell’imminente autunno.
E intanto brilla nel cielo la stella di ogni desiderio, concedo tregua alle emozioni, dichiaro il dire sollecito e di corsa il mio commiato.
BUONANOTTE ad ogni respiro del mondo, buonanotte a voi amici, buonanotte agli affanni di dì d'inganni.
Presto il nuovo giorno 

Rita Vieni





Consigli pratici per uccidere mia suocera di Giulio Perrone

Una immagine visiva, un incipit descrittivo quasi a sfiorare un futuro. Presagio? Sì, infatti, l’intreccio durante l’analisi accura...