martedì 11 febbraio 2014

IL MATTINO

Cammino all’aperto, rilassata, il freddo pungente s’incolla al mio viso, una nuvoletta di vapore s’alza all’emissione di fiato.
Un’aria pura , assenza di vento, una musica soffusa, davanti agli occhi un panorama cristallino, l’odore della terra , mi infonde energia.
Il mattino mi avviluppa con l’entusiasmo giovane di spensierati dì, il cappotto di lana mi scalda, la strada davanti percorsa con passi lenti, rallentati per ammirane la bellezza in foto scattate con la memoria e conservate, relegati in angoli cari.
La percorro, assaporando lo scenario, mentre la musica aumenta.
Il rumore dell’avanzare, i tacchi dalle suole consumate, calpestano un manto grigio che si appresta ad essere vissuto.

Rita Vieni

Opera pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni.


Consigli pratici per uccidere mia suocera di Giulio Perrone

Una immagine visiva, un incipit descrittivo quasi a sfiorare un futuro. Presagio? Sì, infatti, l’intreccio durante l’analisi accura...