venerdì 13 gennaio 2017

Buongiorno

Un cielo annuvolato, un'aria che ha il profumo di legna arsa,una fiamma in una stanza che alimenta il calore di un cuore pregno di vita.
L'inverno siede su una collina fredda, bagnata dalla notturna pioggia, guarda i movimenti d'anime che brulicano lentamente, assente la cacofonia, assente la vita frenetica: qui il tempo riposa calmo!
L'inverno si ristora nella sua stagione, si dona con generosità, aspetta la primavera che senza fretta porgerà fiori e verdi prati e lo saluterà in attesa del suo prossimo ritorno ma intanto respiro e respiro e respiro...

Rita Vieni


Consigli pratici per uccidere mia suocera di Giulio Perrone

Una immagine visiva, un incipit descrittivo quasi a sfiorare un futuro. Presagio? Sì, infatti, l’intreccio durante l’analisi accura...