lunedì 28 luglio 2014

BUONGIORNO


Gli alberi in questa mattinata assonnata  guardano al cielo mentre l'aria intorno accarezza lieve la pelle tiepida al nuovo giorno.
L’azzurro del cielo solcato da nuvole e ali, invita ad agire.
L'abbaiare festoso dei cani, si perde nelle strade percorse da nessun  viandante , solitarie osservano i sassi e il ricordo d’orme.
Sorrido nell'allegria del cuore e il cielo partecipa sornione, le nubi di un giorno luminoso in riposo, mi osservano e il loro tacere induce sospiri.
Nel silenzio di uno spazio limitato, quasi magico, ah qual dolce riposo, le ombre accanto, nei chiari scuri dell’animo!
Alzo gli occhi, scruto  il vestito del cielo: ecco la luce nel mio giorno d’estate!

Rita Vieni

Opera pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni.



Consigli pratici per uccidere mia suocera di Giulio Perrone

Una immagine visiva, un incipit descrittivo quasi a sfiorare un futuro. Presagio? Sì, infatti, l’intreccio durante l’analisi accura...