domenica 26 gennaio 2014

INFINE IL SILENZIO

Un vagito urlante, chiede un posto al mondo.
Siede, in attesa di dì non funesti, pronto a lasciare grandi orme, su sabbia fine amata dalla vita.
I giorni del dolore attesi e giunti.
Uno spazio vuoto, colmato dal profumo intenso di una rosa, a memoria di chi fu voce al mondo.
Infine il silenzio, vaga senza meta in cielo sconfinato, tra libertà e amore.

Rita Vieni




Foto web

Sono ancora qui

Dita sottili, trasparenti, sollecitano un respiro affrettato, una luce luminosa di un dolce luglio invade il mio olfatto, una calda intimi...