domenica 26 gennaio 2014

DISPERDO PAROLE

DISPERDO PAROLE TRA LA POLVERE DEL MONDO.
UN DESIDERIO IMPERIOSO DI VERITA’ SI BARRICA SU LABBRA VERMIGLIE.
L’ARIA SATURA DI VELATE SENTENZE, SPROFONDA IN ABISSI DI SILENZI.
TACERE E’ D’OBBLIGO QUANDO LO SPERGIURO INQUINA.
LE MOLTE VERITA’ ALL’OCCHIO DI CHI GUARDA, ALL’ORECCHIO DI CHI ASCOLTA.
LA MENTE GIUDICA IL CUORE PARLA, MA NON ASSOLVE IL NERO CHE INQUINA!!!!!

Rita Vieni



Opera pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni.




CU’ SUGNU

Sugnu forsi cu’ furriannu cerca se stissa, o forsi cu’ ‘nqueta   cerca postu o’ munnu? Iò nun sacciu cu’ sugnu e chi vogghiu, ...