martedì 8 luglio 2014

UNO SGUARDO ALLE MEMORIE

Uno sguardo silenzioso intorno e ritrovo la vita, ritrovo gli angoli vissuti, ritrovo profumi, l’abituale vista mai paga nell’aria di un giorno di luglio.
Il tempo scorre, in questo pomeriggio le ore incalzano, la luce acquista forme e dimensioni, tonalità ricche di varianti, la luce del sole è più tranquilla, stanca di bussare alle porte quasi quasi sonnecchia.
La realtà è adesso e lo spazio chiama.
Ritrovo le memorie, ritrovo me e guardo indietro con un sorriso.
Non mi dilungo, coincido le risposte alle domande e mi abbandono, anche se per poco, in questo luogo che d’inganno non ha nulla, solo il tempo che si ferma sorridendo mentre sorseggia al tavolo del the.
E’ un attimo e tutto è già passato.
E’ un attimo e tutto già riprende.
Il presente riafferra il palcoscenico!

Rita Vieni

Opera pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni



Consigli pratici per uccidere mia suocera di Giulio Perrone

Una immagine visiva, un incipit descrittivo quasi a sfiorare un futuro. Presagio? Sì, infatti, l’intreccio durante l’analisi accura...