giovedì 10 luglio 2014

BUONGIORNO

Gli alberi in questa mattinata assonnata  guardano al cielo mentre l'aria intorno accarezza lieve la pelle appena tiepida al nuovo giorno.
L’azzurro del cielo solcato da nuvole e ali, invita all’agire.
L'abbaiare festoso dei cani, si perde nelle strade percorse da nessun  viandante , solitarie osservano i sassi e il ricordo d’orme.
Sorrido nell'allegria del cuore e il cielo partecipa sornione, le nubi di un giorno d’estate ad osservare e tacere.
Nel silenzio di uno spazio limitato, quasi magico, ah qual dolce riposo,  le ombre DERISE!
Alza gli occhi, oh tu che ami, guarda,  il vestito del cielo: LUCE!


Rita Vieni


CU’ SUGNU

Sugnu forsi cu’ furriannu cerca se stissa, o forsi cu’ ‘nqueta   cerca postu o’ munnu? Iò nun sacciu cu’ sugnu e chi vogghiu, ...