lunedì 24 marzo 2014

ADESSO IL GIORNO

Improvvise raffiche di vento  interrompono il freddo del pomeriggio di una primavera fresca di speranza.
Il cielo è luminoso, la luce inonda, la stradina solitaria si riempie di foglie.
Intorno il silenzio, stranamente non odo il cinguettio degli uccelli né rumori urbani.
Mi siedo e contemplo oltre le montagne!

Rita Vieni


Opera pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni.


Foto web

CU’ SUGNU

Sugnu forsi cu’ furriannu cerca se stissa, o forsi cu’ ‘nqueta   cerca postu o’ munnu? Iò nun sacciu cu’ sugnu e chi vogghiu, ...