lunedì 28 aprile 2014

ED E' TREGUA

Osservare e scoprire l’adesso: tempo di ricordi.
Nascosto al visibile, l’introspezione indaga: impietosa analisi interiore.
La mente ripercorre, i ricordi oscillano al sole e all’ombra.
Il mare si quieta, l’onda s’adagia, il profumo di salsedine inonda.
I vicoli si fanno echi rimbombanti delle risate.
Nel crescendo di emozioni cessano i tumulti quando le spiegazioni si fanno tregua.
Ed è di nuovo l’adesso che bussa dopo il tuffo nel passato.

Rita Vieni

Opera pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni.



Consigli pratici per uccidere mia suocera di Giulio Perrone

Una immagine visiva, un incipit descrittivo quasi a sfiorare un futuro. Presagio? Sì, infatti, l’intreccio durante l’analisi accura...