sabato 8 febbraio 2014

FELICITA'

La felicita è…
Godere del poco , assaporare ogni attimo o momento isolato della giornata, con golosità, come un gelato in piena estate quando la calura del sole torrido infuoca la gola e noi lentamente inghiottiamo. Sciogliendosi in bocca ci rilascia la frescura e il suo sapore ci riempie i sensi.
Oppure quando stanchi dopo una lunga corsa sostiamo sotto un albero a goderci la quiete del momento , sollevando gli occhi al cielo vediamo rincorrersi le nuvole.
Felicità è la nascita di un figlio i primi passi, le prime parole, la crescita fisica, le vittorie i risultati.
La felicità è tutto ciò che di semplice e a portata di mano, che sembra all’apparenza nulla di che, ma si rivela necessaria all’esistenza.
Vivere e gioire, può rivelarsi difficile, ma può anche essere facile, basta volerlo, basta armonizzare con noi stessi.
Siamo noi la chiave di lettura, le sensazioni trasmesseci dal cervello, ci inducono a creare delle barriere che schermano la felicità o quello stato temporaneo di benessere, perchè attimi di gioia sono porzioni di felicità, momenti di benessere mentale, saziati da un desiderio inconscio.
Apparente, transitoria, delineata, la felicità esiste e va ricercata.
Un uomo che dichiara di non essere felice è un uomo che vive senza colori , in un mondo monocromatico, dove tutto è bianco e nero.
Apriamo le porte, spalanchiamo le finestre, lasciamoci permeare da transitori o lunghi momenti di benessere, di sollievo .
E’ nell’assenza di essa che si avverte la mancanza, nell’assenza il vuoto, nel ricordo il rimpianto, perché una volta conquistata triste è la perdita.

Rita Vieni




Opera pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni.


Consigli pratici per uccidere mia suocera di Giulio Perrone

Una immagine visiva, un incipit descrittivo quasi a sfiorare un futuro. Presagio? Sì, infatti, l’intreccio durante l’analisi accura...